NEWS

Intervista a Massimiliano Innocenti, responsabile commerciale di ARCA Consulting

Buongiorno Massimiliano Innocenti, grazie per questa intervista e per la partecipazione alla 1^ edizione del #TechJobsDay2019. Cosa vi aspettate da questo evento? Con quale spirito vi apprestate a prendervi parte?

Ci aspettiamo di incontrare un buon flusso di persone: sia giovani e senza esperienza, sia già operativi nel mondo dell’IT che sono curiosi o comunque interessati a conoscere nuove opportunità di lavoro e che cosa si sta muovendo in questo periodo storico nel mercato attuale a livello tecnologico.
Lo spirito con il quale noi di ARCA Consulting ci stiamo preparando è l’idea di novità. Tutti hanno bisogno di novità positive e noi vogliamo cavalcare questo momento storico di evoluzione e cambiamento accogliendo con attenzione le richieste dei nostri clienti, ma anche e soprattutto stando attenti a soddisfare le inclinazioni dei giovani che si accingono a entrare nel mondo IT.

Siamo nel pieno di quelle che vengono definite Industry4.0, una sfida umana e tecnologica che sta riservando enormi opportunità e grandi cambiamenti. Secondo l’ultima edizione dell’«Osservatorio delle competenze digitali» (condotto da Anitec-Assinform, Aica, Assintel e Assinter Italia), il gap domanda-offerta nel settore ICT sarà di quasi 45.000 unità.
Come state affrontando questa sfida e quali sono le maggiori difficoltà nella vostra ricerca quotidiana di competenze informatiche?

La nostra sfida è affrontata con la certezza che a fronte di difficoltà ci sono sempre soluzioni. Ed è proprio nelle difficoltà che si aguzza l’ingegno per trovare quelle soluzioni che prima neanche ci si immaginava. Il gap domanda-offerta è sicuramente in crescita e le nostre difficoltà sono le difficoltà del mercato, comuni alla maggior parte delle aziende che vi prendono parte.
Per noi è importante allargare gli orizzonti, quindi invece di competere cerchiamo di cooperare con le altre realtà. Abbiamo ampliato il nostro territorio di competenza accogliendo richieste da clienti anche fuori dalle nostre sedi di Veneto e Lombardia ed inoltre
estendiamo la ricerca e selezione a tutte le regioni d’Italia e anche all’estero, instaurando sempre maggiori relazioni con gli istituti che si occupano di formazione.

Secondo la ricerca, i lavoratori più ricercati (e meno trovati dalle aziende) saranno sviluppatori (49,1%), consulenti Ict (16,3%), analisti di sistema (7,5%) e specialisti in media digitali (6,1%), seguiti da specialisti di big data, machine learning, cybersecurity e intelligenza artificiale. Quali potranno essere le soluzioni o gli strumenti per andare ad intercettare meglio professionisti IT?

Il mercato di oggi è in fortissima evoluzione, esistono già oggi “mestieri” che 10 anni fa non erano neanche immaginabili come per esempio i “Copywriter” o i “Social Media Marketing”. Prevedere che cosa succederà nei prossimi anni è come fare un terno al Lotto. Dobbiamo essere pronti a tutto: a formare nuovi giovani e a riqualificare in modo quasi continuo le risorse che già operano nel mercato.
Gli strumenti per intercettare i professionisti oggi sono tanti, forse troppi, internet offre tantissimi portali di ricerca del lavoro, il nostro intento è quello di essere on-line facendo sentire la nostra presenza, ma anche quello di lavorare off-line con gli istituti di formazione come menzionavo prima. Le prospettive per chi si rivolge all’IT oggi sono davvero ampie e per noi è importante dare delle opportunità di lavoro che siano il più possibile centrate rispetto ai talenti dei giovani.
Più utilizziamo i talenti e più ci sarà impegno e soddisfazione da parte di chi lavora e l’azienda e il Sistema potrà trarre vantaggio da questo.

 

Nello speech del #TechJobsDay2019 su quale argomento Tech vi focalizzerete per poter suscitare interesse nella platea?

Parleremo del concetto di Proattività, un concetto centrale nel nuovo mondo del lavoro, ma che lavoratori e datori di lavoro (e anche gli Psicologi del Lavoro) intendono in modi diversi.

Il punto è che sul concetto di proattività tutti i vari attori danno per scontate cose diverse. Cercheremo quindi di fare chiarezza.

Perché un partecipante al #TechJobsDay2019 dovrebbe sedersi al vostro desk?

Il nostro Focus sarà rivolto a raccontare quali sono le nostre possibilità di inserimento nei mercati in cui operiamo che sono principalmente Banche, Assicurazioni e anche Industrie, ma con un occhio di riguardo, per ribadire il concetto già espresso lo avremo per ascoltare le attitudini e le aspettative di chi si rivolge a noi.
Siamo un’azienda piccola e di certo possiamo offrire ai nostri collaboratori un occhio di riguardo diverso e veloce opportunità di crescita.

Grazie a Massimiliano di ARCA Consulting per averci concesso questa intervista, ci vediamo il 16 novembre a Milano!

Partner

  • Italia Startup
  • City News
  • Reteinformaticalavoro
  • Performa Recruit
  • techjobsfair
  • Algho
  • S3C
  • Human Experience
  • Bianco Lavoro